Home arrow Blog - Racconti arrow Elenco Racconti arrow Gli Amici … non sono una cosa che si acquista …
Gli Amici … non sono una cosa che si acquista …
di Gatto NineNineNine   

   Gli Amici … non sono una cosa che si acquista … Breve Racconto di Gatto NineNineNine  

Era una mattina come tutte le altre, mi alzai, mangiai i miei quattro biscotti al cioccolato zuppati nel latte, mi lavai e mi vestii ...

         

Gli Amici … non sono una cosa che si acquista …

       

  Gli Amici … non sono una cosa che si acquista … Breve Racconto di Gatto NineNineNine  

Era una mattina come tutte le altre, mi alzai, mangiai i miei quattro biscotti al cioccolato zuppati nel latte, mi lavai e mi vestii.

Sarebbe iniziata una nuova noiosissima ed identica a tutte le altre … giornata di scuola.

Presi il mio zaino ed uscii insieme al mio Fratellino.

Ah, quasi dimenticavo, ogni noiosissima ed identica giornata capitava che i due cani della vicina di casa: Rocky e Pluto, continuavano ad abbaiarci contro, fino a quando non riuscivano più a vederci.

Rocky era un Border Collie bianco e nero con una zampetta ed una macchia sull’occhio sinistro entrambe grigie.

Pluto, invece, era un piccolo Cavalier King color marrone caffè.

Questa mattina, però, mentre passavo davanti a loro, non li sentii abbaiare. Bensì sentii qualcuno, che probabilmente se ne stava dentro la casa della vicina, che stava dicendo:

== Bella giornata eh !..

== Proprio una Bella giornata !.. == Insisteva.

Io però non risposi, non sapevo chi fosse. Poi, voltandomi verso i due cani, notai che Rocky apriva la bocca proprio quando quel misterioso “qualcuno” parlava.

Ad un certo punto mio Fratello disse:

== Basta Rocky !... Oggi sei proprio insopportabile !...

Poi sentii anche un’altra voce che diceva:

== Ehi !... Avete voglia di “gicare” ?... Vi va di Giocare ?... La Palla !... La Palla !...

Questa volta vidi che era la bocca di Pluto ad aprirsi senza abbaiare.

Proprio mentre quest’altro “qualcuno” parlava, mio Fratello insisteva:

== No Pluto !.. Basta !... Adesso anche tu ti metti ad abbaiare ?...

Poi sentii di nuovo la seconda voce che insisteva:

== Ehi !... Vi va di giocare ?... Vi va di giocare ?... La palla !... La palla !...

Di nuovo vidi la bocca di Pluto che si apriva e si chiudeva, ma non lo sentivo abbaiare !?...

Io, un po’ impaurita dissi:

== Ok Fratello, andiamo via !...

== Altrimenti farete tardi !... == Disse qualcuno mentre ci allontanavamo.

Le cinque lunghe ore di scuola quel giorno non sembravano finire mai. Continuavo a pensare allo strano fatto che mi era accaduto e, forse, non avevo neppure risposto alle domande degli insegnanti da quanto ero presa dai miei pensieri.

Cercavo di darmi una spiegazione, ma ogni mio pensiero finiva nella convinzione che Rocky e Pluto sapessero parlare !...

Questo, naturalmente, era impossibile !...

Suonò, finalmente, l’ultima campanella, così io e mio Fratello ci dirigemmo verso casa.

Di nuovo sentii le due voci:

== Ehi … Come è andata a scuola ?... == Disse una voce.

== Adesso possiamo giocare ?... == Disse l’altra voce. == La Palla !... La Palla !...

Io dissi a mio Fratello:

== Senti, tu torna a casa, io torno indietro. Ho dimenticato un libro a scuola.

== OK Miss … Smemorata. == Rispose lui.

Appena mio Fratello se ne andò, provai a dire:

== Chi è che parla ?... Ci conosciamo ?....

== Giochiamo ?... La Palla !... == Rispose una voce. == La Palla !...

== Chi sei ?.. == Chiesi.

== Pluto !... == Rispose la voce. == Pluto, gioca !... Palla !... Palla !...

== Che bambino !... == Disse l’altra voce rivolta alla prima, poi aggiunse. == Senti bambina, a scuola avete studiato Newton ?... Oh, quanto mi piace questo Newton !...

== … come è possibile !... Voi parlate ?... == Chiesi.

== Ma allora mi rispondi !... == Disse la seconda voce. Pensavo di esserti antipatico.

== Rocky ?... Sei tu che parli ?...

== Palla … Palla !...

== E tu sei Pluto ?...

== Esatto !... == Rispose. == Allora a Newton ci siete arrivati ?...

== Ehm … n-non mi sento m-molto b-ben ….

Purtroppo di questo non ricordo molto, l’unica cosa certa è che mi ritrovai sul mio letto con mio fratello accanto:

==Stai bene? Rocky ti ha portata qua da me, devi essere svenuta …

==Rocky? == Dissi con un filo di voce == e … parlava?

==Credo che tu abbia preso una bella botta in testa! Miss. Imbranata!!

==Ma quale botta!? Ma quale Miss e Miss?! Rocky e Pluto parlano! E te lo dimostrerò!!

==Sì va bene … adesso però riposati altrimenti ti chiamo uno psicologo!

==Tu …  tu non puoi capire …

==Ti porto il tè !

Mio fratello non voleva credermi, ma io non mi sarei arresa così facilmente, così mi alzai, presi il registratore e corsi dalla vicina.

==E’ inutile == Disse Rocky

==Cosa inutile?

==Il registratore …  tuo fratello non può sentirci!!

==E perché no?

==Palla!Palla! ==Sbraitò Pluto

== Pluto! Per favore! … Ecco vedi … tuo fratello … non può sentirci perché si rifiuta di mangiare le zucchine

==Sul serio?

==Ehm … no ….

==Palla!! Palla!! ==Ribadì Pluto

==E va bene … Prendila!!

== Tuo Fratello … == continuò Rocky == … avendo così tanta paura dei cani non riesce a sentire la nostra voce. Tu invece non hai paura di noi.

== E’ vero, mio Fratello ha paura dei cani, ma vi vuole bene !...

== Non è la stessa cosa !.. == Aggiunse Pluto riportando la palla.

Nel frattempo arrivò il Fratellino, tutto agitato, camminava veloce ma impettito mentre portava un vassoio con il tè.

== Ehi Sorella, non devi scappare !...

== Scusa …

== Rocky, buono !... == Mio Fratello era un po’ impaurito da Rocky che gli saltellava intorno. Mentre si muoveva con calma appoggiò il tè a terra.

Presi la mia tazza di Tè ed inizia a gustarmi la bevanda calda. Pluto, scodinzolando gioiosamente, sussurrò:

== Proverò a togliere la paura dei cani a tuo Fratello !...

== E come ?... = Chiesi.

== Guarda !... Basta una Palla !... Palla !...

Subito Pluto lanciò la sua Palla a mio Fratello che la prese un po’ intimorito.

Dopo cinque minuti di “lancia” e “riporta” sentii dire a mio Fratello:

== Come hai detto Pluto ?... Vuoi un lancio più lungo ?...

Mi scappo un sorriso !...

 

 

Piccolo Racconto scritto da Gatto NineNineNine

a fine Giugno 2012

 

 

 


Ti piacciono i miei piccoli Racconti ?...

Vuoi leggerne altri ?...

Clicca qui .

            


Ti è piaciuta questa pagina ?... Vuoi vedere anche altre cose ?...

fai un giro nel nostro

    BLOG   

     

oppure nelle sezioni:


           
 
< Prec.   Pros. >
Gatto NineNineNine on Google PlusYouTube Channel Film Trailers NewsGatto NineNineNine on InstagramGatto NineNineNine on FacebookGatto NineNineNine on TwitterGatto NineNineNine RSSGatto NineNineNine RSS

     Primo Libro di Gatto999 - La Perdita di Teddy  
il primo Libro per Bambini
   di Gatto NineNineNine

   
Contatore 
   

Racconti bambini, children's stories, cuentos para niños, Geschichten für Kinder, kinders se stories, tregime për fëmijë, قصص الأطفال, Բառը, Uşaq hekayələri, Haurrentzako ipuinak, শিশুদের গল্প, гісторыі дзяцей, Детски истории, contes per a nens, Příběhy pro děti, 儿童的故事, 兒童的故事, 어린이 이야기, istwa timoun nan, Dječje priče, børns historier, ילדים סיפורים, laste lood, mga bata mga kuwento, lasten sadut, histoires pour enfants, historias infantís, straeon plant, საბავშვო მოთხრობები, 子どものお話, ιστορίες για παιδιά, બાળકો કથાઓ, बच्चों की कहानियाँ, cerita anak, leanaí scéalta, Sögur barnanna, ಮಕ್ಕಳ ಕಥೆಗಳು, Aliquam erat volutpat, Bērnu stāsti, vaikų istorijos, Детски приказни, Kanak-kanak cerita, stejjer tfal, barnas historier, Children's verhalen, داستان کودکان, Bajki dla dzieci, histórias infantis, poveşti pentru copii, истории детей, приче за децу, príbehy pre deti, Otroški zgodbe, Barnens berättelser, watoto wa hadithi, เรื่องราวของเด็ก, சிறுவர் கதைகள், పిల్లల కథలు, Çocuk hikayeleri, історії дітей, Gyermek történetek, بچوں کی کہانیاں, câu chuyện của trẻ em, קינדער אַרטיקלען

Gatto NineNineNine on Google Plus Gatto NineNineNine on Instagram Gatto NineNineNine on Facebook Gatto NineNineNine on Twitter Gatto NineNineNine RSS Gatto NineNineNine RSS Gatto NineNineNine on Pinterest Gatto NineNineNine RSS

Navigando in Gatto999.it accetti la sua Cookie Policy.