Home arrow Racconti - elenco arrow Diagnosi di Morte ...
Diagnosi di Morte ...
di Gatto NineNineNine   

  Diagnosi di Morte … cosa c’è dopo la morte ...  

Diagnosi di Morte … cosa c’è dopo la morte ...

         

Una Diagnosi di Morte

          

… cosa c’è dopo la morte.
Probabilmente questo macabro libro aveva spaventato molti lettori, spingendoli così a credere che il Dottor Mannering fosse un pazzo malato di mente. Magari si trattava solamente di una folle storia, nata dalla fantasia dello scrittore; ma, a quanto dicevano le voci, Mannering aveva condotto diversi studi sul calcolo delle probabilità e del così detto “destino” che, volendo o no, aveva sempre influenzato le ricerche scientifiche. Ma ancora più spaventosa era la sua sparizione improvvisa ed il fatto che nemmeno il Dottore del villaggio, l’unico a cui confessava gioie e dolori, era a conoscenza di nulla. Mannering era sparito nel nulla, senza lasciare tracce, ed adesso, io, mi trovavo in quella casa cupa e scura che nascondeva chissà quali sinistri misteri dentro di sé.
La porta era di legno, un legno ruvido, bucherellato e fradicio, la maniglia era in ottone, grossa e goffa; girai la chiave, che emise strani cigolii, la porta si aprì a scatti sempre cigolando e fui avvolto dal buio più totale. Quando gli occhi si abituarono, intravidi in un angolo un candelabro, presi uno dei fiammiferi che avevo in tasca ed accesi le candele; solo allora vidi una scalinata enorme con tanto di tappeto rosso che portava ai piani superiori: iniziai a salire le scale che rumoreggiavano, uno scalino alla volta. Vidi scorrazzare qua e là qualche insetto o topolino, non distinguevo bene, era comunque buio. Arrivato al piano superiore, entrai subito nella camera da letto, accesi la lampada in vetro soffiato e la prima cosa che colpì la mia vista, fu un ammasso di libri, fogli, penne e una macchina da scrivere che probabilmente il Dottor Mannering aveva lasciato. Era come se fosse fuggito in preda al panico, spaventato da qualcosa o da qualcuno; oppure, magari le dicerie avevano ragione: era solamente un vecchio pazzo scrittore …
Questo però non potevo saperlo, ma potevo sempre indagare; presi i primi fogli ed iniziai a leggere, iniziai ad avere i brividi su tutto il corpo ed impallidii, lasciando i fogli sulla scrivania.
Parlavano di studi ed esperimenti, di diagnosi di morte, destino, probabilità … cose macabre ed allo stesso tempo affascinanti, scoperte nuove, pensieri …
Iniziai a riflettere sulla morte, magari non era poi così spaventosa, magari non c’era motivo di averne paura, dopotutto San Francesco la chiamava Sorella … e dopotutto chi, fra noi, poteva dire per certo che la morte era una cosa terribile e spaventosa ?
Iniziai a farmi mille domande decisi di leggere il libro di Mannering per saperne di più … il titolo era: “Una Diagnosi di morte” …
Lessi in poco tempo i primi capitoli: in pratica, secondo il Dottore, era possibile prevedere cosa ci aspetta dopo la morte, diceva che averne paura è giusto, poiché dopo la morte c’è il dolore, la disgrazia, il male più puro … tutto ciò che in vita aveva spaventato la persona si sarebbe trovato dopo la morte …
Rimasi bloccato, continuando a chiedermi perché credeva che tutto ciò fosse vero, ed ero molto spaventato, mi chiedevo se ogni cosa sarebbe accaduta realmente e se era veramente possibile prevedere cosa ci aspettava …
Decisi di scoprire dove fosse in quel momento il Dottor Mannering per chiedere a lui stesso qualche informazione sul suo libro e sugli studi che egli aveva condotto per arrivare a quelle conclusioni; così chiusi il libro, ma non feci in tempo a voltarmi, che vidi una lettera rossa sopra le altre, ancora chiusa …
L’aprii ma trovai scritto solamente:
“La fine è un’ipotesi … ma chi oltre a me può verificare ?...” firmato Doc Arthur Mannering.
La lettera era indirizzata ad una certa Silesia Mannering, che a giudicare dal cognome doveva essere una parente.
La lettera era chiara, il Dottor Arthur era andato incontro alla morte per confermare ciò che aveva scritto …
A quel punto mi sentii rabbrividire, l’intera casa mi spaventava e non riuscivo a trovare una risposta alla mia domanda:
“Ma è davvero così terribile morire ?...”
Ebbene, miei cari amici, non abbiate paura !... Non vi spaventate come feci io !... Mannering non era pazzo !... Aveva solamente paura di un mondo differente !...
Come faccio ad esserne certo ?...
Quassù le cotolette sono ottime !...


Scritto da Gatto NineNineNine

A Settembre 2012 come tema di italiano

 

 


Ti piacciono i miei piccoli Racconti ?...

Vuoi leggerne altri ?...

Clicca qui .

            


Ti è piaciuta questa pagina ?... Vuoi vedere anche altre cose ?...

fai un giro nel nostro

    BLOG   

     

oppure nelle sezioni:


           
 
< Prec.   Pros. >
Gatto NineNineNine on Google PlusYouTube Channel Film Trailers NewsGatto NineNineNine on InstagramGatto NineNineNine on FacebookGatto NineNineNine on TwitterGatto NineNineNine RSSGatto NineNineNine RSS

     Primo Libro di Gatto999 - La Perdita di Teddy  
il primo Libro per Bambini
   di Gatto NineNineNine

   
Contatore 
   

Gatto NineNineNine on Google Plus Gatto NineNineNine on Instagram Gatto NineNineNine on Facebook Gatto NineNineNine on Twitter Gatto NineNineNine RSS Gatto NineNineNine RSS Gatto NineNineNine on Pinterest Gatto NineNineNine RSS

Navigando in Gatto999.it accetti la sua Cookie Policy.