Home arrow Racconti - elenco arrow Ombraluce - Capitolo 5 - finale
Ombraluce - Capitolo 5 - finale
di Gatto NineNineNine   

 Ombraluce - racconto (o storia) sognato e scritto da Gatto NineNineNine - quinto ed ultimo capitolo

Quinto e ultimo Capitolo del racconto di Gatto NineNineNine: Ombraluce.

“Sono semplicemente spariti, così, nel nulla?” Azzardò Lion, forse leggermente turbato ...

         

OMBRALUCE

Capitolo 5

          

Ombraluce - Capitolo 1

Ombraluce - Capitolo 2

Ombraluce - Capitolo 3

Ombraluce - Capitolo 4

Ombraluce - Capitolo 5 finale 

 

  Ombraluce - racconto (o storia) sognato e scritto da Gatto NineNineNine  

“Sono semplicemente spariti, così, nel nulla?” Azzardò Lion, forse leggermente turbato.

“No.” Rispose il professore. “Non nel nulla. Anni dopo, abbiamo ritrovato queste riprese ed altri come voi prima di oggi hanno provato a rimettersi in contatto con loro o con la cosa con la quale loro stessi cercavano di comunicare, ma purtroppo nessuno era in grado di farlo, fino a che …” Il professore si toccò i baffi bianchissimi ed iniziò ad arricciarne un lato.


“Fino a che?” Chiese Jas con voce sottile.

“Fino a che non abbiamo scoperto di cosa si trattasse; con chi i due scienziati cercassero di mettersi in contatto.”

“Una stella.” Disse Lion a bassa voce.

“Proprio così. Fu allora che ci rendemmo conto dei nostri sbagli, perché non riuscivamo a comunicare.” Si sedette. “La luce crea ombra, senza l’una l’altra non esiste. Ve l’ho detto durante la prima lezione. Per questo non poteva bastare una sola persona, le stelle sono complesse, e in un certo senso complete. Sono sia luce che ombra, e per comunicare con loro servono quindi due persone, che teoricamente rappresentano l’una la luce e l’altra l’ombra. Che si completino e riescano così a comunicare. Una volta che abbiamo capito ciò, molti si sono cimentati nell’impresa ma di fatto ben pochi sono riusciti.”

“Non ci sono state più notizie sui due studiosi?”

“Sì. Alcuni sono riusciti a sentire la loro presenza, nel punto in cui si trova la stella che interessa a noi. Hanno sentito che erano ancora in vita, e da allora cerchiamo di capire cosa sia successo.”

“Come potremmo aiutare noi? Se le dicessi che non ho mai aperto un libro di astronomia in vita mia?” Disse Jas.

Il professore ridacchiò. “Vedrai che ne sarete all’altezza, ho un certo occhio ormai per queste cose.” Detto così lanciò un occhiolino alla ragazza e indicò ai due di mettersi davanti al telescopio davanti al balcone.


Adesso Jas aveva freddo, forse anche più di quello dentro all’edificio pensò. Si maledì per non aver preso prima un maglione. In quel momento Lion si slacciò la felpa di dosso, la ragazza pensò che forse il professore aveva ragione sul fatto che quei due erano completamente diversi, pensando così fece una smorfia. L’amico si avvicinò in silenzio e le allungò una mano, con la felpa dentro.

“Se devo finire su una stella ricoperta di fuoco, preferisco non avere vestiti pesanti. Me la terresti?” A Jas parve che stesse sorridendo, ma era troppo buio. Ringraziò e se la infilò senza dire nient’altro.


Passarono alcuni minuti prima che il professore avesse finito di sistemare il telescopio e la telecamera.

“Bene, è tutto pronto, venite pure qua.”

Si avvicinarono entrambi.

“Dovete solo concentrarvi su quello che vedete qua dentro, sulla stella. So che non ci avete mai provato ma siete avvantaggiati. Se vi ricordate il mio “trucchetto di telepatia” in classe, ero completamente solo ed ho dovuto fare uno sforzo enorme, pur essendo abituato.

Ma dato che siete in due, e come diciamo noi “di due poli opposti”, non dovrebbe essere così difficile.”


Jas si avvicinò per prima al telescopio, vide la stella, era bianca e lucentissima, pensò a quanto era splendidamente delicata e piccola, sapendo quanto in realtà fosse imponente.

Lion intanto guardava ad occhio nudo il cielo, pensò di averla individuata, era in un punto completamente scuro e privo di stelle, al centro di quel vuoto oscuro brillava fievolmente. Pensò quanto l’uomo si fosse sempre cimentato nello studio delle stelle, sentendosi come un Dio, ogni volta che faceva un passo avanti con gli studi, il primo uomo sulla Luna, nuove galassie scoperte, e pensò a quanto insignificanti fossero tali scoperte in confronto alla grandezza di tutto quell’universo, magnifico e sconfinato.

“Chissà quanti altri luoghi …” Sussurrò ad un certo punto.

“Un giorno li scopriremo Lion.” Rispose Jas staccandosi dal telescopio.

“Non siamo poi così lontani.” Entrambi sembravano incantati da quell’esserino in cielo e non staccavano un attimo gli occhi dalla stella.

Come se non li volesse lasciar andare da lei.

“Ci sono mondi splendidi lassù, come la Terra, ce ne sono altri.”

“Non servono astronavi, razzi o chissà quali strumenti per arrivarvi.”

“A volte basta il pensiero, se sei lì con quello, non importa quanti kilometri o anni luce ci siano.”

I due adesso erano talmente vicini da potersi toccare, forse sorridevano, ma era troppo buio per poterlo dire, pensò il professore.

L’ometto non capiva più chi stesse dicendo una frase e chi ne continuasse un’altra. Erano diventati praticamente una cosa sola.

Ombraluce - racconto (o storia) sognato e scritto da Gatto NineNineNine  

La stella cominciò a brillare un po’ più forte, ed allora lo vide anche il professore.
O meglio lo sentì. Sentì che i due uomini erano vivi, percepiva un mondo nuovo, aria pura, gli sembrò di sentire una risata, si chiese se fossero quei due. Quando abbassò di nuovo lo sguardo verso i ragazzi sorrise dicendo “Ce l’avete fatta.”
Ma non appena si rese conto di essere solo, mise una mano fra i capelli e guardò di nuovo il cielo. 

 

The End

 

Scritto da Gatto NineNineNine

Nel Febbraio del 2014

 

Ombraluce - Capitolo 1

Ombraluce - Capitolo 2

Ombraluce - Capitolo 3

Ombraluce - Capitolo 4

Ombraluce - Capitolo 5 finale 

 

  Ombraluce - racconto (o storia) sognato e scritto da Gatto NineNineNine   

Occhio - Eye- Occhio

Ombraluce - racconto (o storia) sognato e scritto da Gatto NineNineNine   

Gatto NineNineNine ... Paradise... proprio come in Paradiso


Ti piacciono i miei piccoli Racconti ?...

Vuoi leggerne altri ?...

Clicca qui .

            


Ti è piaciuta questa pagina ?... Vuoi vedere anche altre cose ?...

fai un giro nel nostro

    BLOG   

     

oppure nelle sezioni:


add Gatto NineNineNine nelle tue cerchie di Google Plus e ... commenta pure le mie avventure ...

Gatto NineNineNine Google Plus ...

           

 
< Prec.   Pros. >
Gatto NineNineNine on Google PlusYouTube Channel Film Trailers NewsGatto NineNineNine on InstagramGatto NineNineNine on FacebookGatto NineNineNine on TwitterGatto NineNineNine RSSGatto NineNineNine RSS

     Primo Libro di Gatto999 - La Perdita di Teddy  
il primo Libro per Bambini
   di Gatto NineNineNine

   
Contatore 
   

Gatto NineNineNine on Google Plus Gatto NineNineNine on Instagram Gatto NineNineNine on Facebook Gatto NineNineNine on Twitter Gatto NineNineNine RSS Gatto NineNineNine RSS Gatto NineNineNine on Pinterest Gatto NineNineNine RSS

Navigando in Gatto999.it accetti la sua Cookie Policy.